Biomassa

La Biomassa
Il termine biomassa è stato introdotto per indicare tutti quei materiali di origine organica (vegetale o animale) che non hanno subito alcun processo di fossilizzazione e sono utilizzati per la produzione di energia. Pertanto tutti i combustibili fossili (petrolio, carbone, metano, ecc..) non possono essere considerati come biomassa. Le biomasse rientrano fra le fonti rinnovabili poiché la CO2 emessa per la produzione di energia non rappresenta un incremento dell’anidride carbonica presente nell’ambiente, ma è la medesima che le piante hanno prima assorbito per svilupparsi e che alla loro morte tornerebbe nell’atmosfera attraverso i normali processi degradativi della sostanza organica. L’utilizzo delle biomasse quindi accelera il ritorno della CO2 in atmosfera rendendola nuovamente disponibile alle piante.

Legno

Il legno è uno dei materiali più preziosi offerti dalla natura. Da sempre l‘uomo ha saputo trarre dal legno importanti elementi per la propria sopravvivenza utilizzandolo non solo per riscaldare ma anche per la costruzione di oggetti e utensili vari. Il legno è una fonte di energia presente in natura realmente rinnovabile, poiché il processo che va dalla sua nascita fino alla combustione descrive un ciclo perfettamente in equilibrio con l‘ambiente.

Le caldaie a legno

Cippato

Il cippato è un termine che deriva dall’inglese "chip", che significa “scaglia” e viene prodotto, con macchine cippatrici, sminuzzando il legno in scaglie di dimensioni variabili con lunghezza e spessore di pochi centimetri.
Questa frammentazione del legno ne permette lo stoccaggio nei silos  e il caricamento automatico nelle caldaie. Il cippato ha una resa minore del Pellets poiché contiene un tasso di umidità maggiore. Ha bisogno di spazi d’immagazzinamento molto più ampi. Il potere calorico di questo combustibile dipende dal tipo di legno utilizzato e dall’umidità residua. La specie legnosa migliore per produrre il cippato è il faggio. Prodotto da scarti dell'industria del legno e dell’agricoltura, anche il cippato come il Pellets, permette notevoli risparmi economici ed ha un migliore impatto ambientale rispetto ai tradizionali combustibili fossili.

Caldaie a cippato

Pellets

Il legno in Pellets è un combustibile ricavato dalla segatura essiccata e poi compressa in forma di piccoli cilindri con un diametro di alcuni millimetri, tipicamente 6-8 mm.
La capacità legante della lignina, contenuta nella legna, permette di ottenere un prodotto compatto senza aggiungere additivi e sostanze chimiche estranee al legno. Si ottiene, quindi, un combustibile naturale ad alta resa. L'umidità del materiale deve essere compresa in uno stretto intervallo (intorno al 15% m/m) per garantire una corretta pressatura.

Caldaie a pellet

Miscanthus

Il Miscanthus (erba elefantina) è una graminacea perennante a ciclo C4 con elevate prestazioni produttive. Negli ultimi anni, in relazione alla elevata produttività, è stato considerato molto interessante come coltura da biomassa. L‘utilizzo energetico del Miscanthus consente di preservare risorse non rinnovabili come il petrolio e il carbone. Considerando una produzione media di 20 tonnellate di biomassa secca ricavata da 1 ettaro di Miscanthus giganteus, si ricava lo stesso potere calorifico di 12 tonnellate di carbone e di 8.000 litri di petrolio.